mercoledì 19 gennaio 2011

Padri separati e violenza femminile!


La nostra società sta subendo innumerevoli metamorfosi, i mutamenti vergono al peggio, i cambiamenti delineano ulteriori impoverimenti morali e gli “altri tempi” assumono forme vacue, dissolte, dimenticate e frivole. Ciò che è palesemente giusto si trasforma in qualcosa a cui segue un “ma”. Pilastri che sorreggevano intere istituzioni come la famiglia, il buon senso, l’educazione, il rispetto, la genitorialità, i diritti e le condanne, sono stati abbandonati. Al loro posto si è costruito un vero “eco-mostro” morale che priva tutti noi di una visione chiara di ciò che ci circonda! Per ogni aspetto della nostra vita siamo indotti ad urlare per farci ascoltare, ad assumere avvocati nella speranza di veder difesi i nostri sacrosanti diritti che … fino a ieri erano INDISCUTIBILI ma che oggi aprono un giostraio di parole, di precedenti legali, di arringhe alla Perry Mason e di chiacchiere vuote e poco producenti; siamo spinti a depredarci l’anima l’un con l’altra, ad odiarci dopo esserci amati ed a distruggerci perché lasciarci soltanto, non appaga più i nostri assetati spiriti vendicativi.
Nella nostra quotidianità respiriamo diverse arie, viviamo mogli, mariti, figli, amici, parenti e conoscenti e sembra che ad ognuno di loro noi dobbiamo qualcosa. Se così non fosse, perché la gente assume diverse attitudini a seconda dell’attuale interlocutore? Perché ognuno di noi ha perso il coraggio di esprimere la propria opinione? Credo che sia a causa dell’immotivata paura della mannaia che ci stigmatizza come “discriminanti”! La discriminazione è una diversificazione iniqua del giudizio, una disparità di trattamento.
Io, a modo mio, penso che sotto la voce “discriminazione”, ci siano trilioni di cause verso qualcuno. Oggi, in un mondo dove essere contraddetto è sinonimo di violenza inaudita e dove un “no” equivale ad un incontrastabile muro sotto il quale arrendersi, l’argomento della discriminazione è sovrappiù palesato da tutti … media per primi.
Oggi siamo TUTTI discriminati. Ma c’è una categoria che della discriminazione ha fatto il suo reale, assiduo, assordante, fastidioso ed insopportabile emblema … quella femminile!
OGNI atteggiamento, seppur innocuo o indesiderato, genera nelle donne odierne un fastidio che le riconduce inevitabilmente alla discriminazione sessuale. La scia maleodorante che ha lasciato il femminismo più becero s’è trasformata in una vera e propria strada da percorrere. Ne ha posto nuovi paletti, pietre miliari, punti di riferimento e “semafori” oltre i quali, c’è altra strada da percorrere. Al grido del “vogliamo essere trattate come gli uomini”, si è aggiunto quello del “il corpo è nostro e ci facciamo quel che vogliamo”, poi, a far da coro “liberalizzazione sessuale”, “parità salariale, diritto al voto, eguaglianza, noi non siamo oggetti e basta essere discriminate!!!”
Basta assumere un atteggiamento obiettivo per rendersi immediatamente conto che la donna ha ottenuto tutto quanto ha voluto ma facendo un’oculata cernita di diritti, doveri, responsabilità e buon senso. Si è scelta dal mazzo tutte le cose più comode. Lì dove non ci è riuscita ha trasformato nitidi concetti in nebbiose alternative. Come la violenza. Per la donna la violenza è quella subita dal proprio uomo, la violenza contro le donne in generale, la violenza sugli animali e poco altro. I mezzi d’informazione ci affollano la testa di casi “quotidiani” di violenza contro le donne, fino a farla sembrare una vera e propria ecatombe, un virus che colpisce indistintamente ogni maschio vivo, un morbo inarrestabile. I Tg ci raccontano storie e drammi che rasentano la pazzia ed a volte vi ci sguazzano proprio. I giornali inveiscono sull’uomo, lo dipingono come un mostro, un essere imprevedibile ed assetato di sangue femminile. Ci sono donne che se gli cade qualcosa a terra ed un uomo gentilmente si offre per raccoglierla, loro ne sono offese, guardinghe, sospettose e puzzone … “snob” … in altri termini!
Noi tutti sappiamo bene che non esiste una sola violenza. Si può “violare” qualcuno in mille modi. Io personalmente credo che l’essere più subdolo e violento (in certi casi ed in casi circoscritti) sia la donna.
Ho già accennato alla vigliaccheria femminile che si manifesta dopo la rottura di un legame ed intendo continuare su questo tema. Secondo la legge se un uomo è benestante e la sua ricchezza dona a sua moglie una vita agiata, comoda, lussuosa e sfarzosa, all’atto del divorzio si procederà per garantire alla ex moglie lo stesso tenore di vita che aveva prima della separazione. Perché questa stessa misura non viene applicata anche in caso contrario? Come mai quasi sempre, tranne in occasioni di evidente disagio della madre, i figli vengono affidati alle mamme? Per quale dannata ragione nel 99% dei casi chi ci “guadagna” in un divorzio è sempre la donna?
La violenza di una donna è un atto invisibile, non eclatante, non lascia cicatrici o lividi evidenti ma raggiunge il profondo dell’animo umano devastandolo e depredandolo! I figli vengono usati come armi per infliggere indicibili dolori. La genitorialità del padre è annientata, la sua figura è abbattuta e la sua immagine e reputazione viene infangata e distrutta! I padri separati sono una categoria dimenticata, nascosta, di cui si dice poco o nulla ma che con dignità continuano le loro vite, se così possiamo chiamarle, a stenti! Dopo una capillare ed attenta divulgazione di falsità, essi perdono amici, vengono trattati come “mostri”, perdono figli ed il diritto di crescerli e vengono depredati di ogni cosa. Ma di questa immane violenza … certo non ne parla nessuno. Forse perché si corre il rischio di mettere in cattiva luce sua maestà la donna! Sta di fatto che l’uomo e la donna utilizzano diversi tipi di violenza … ma una sonora sberla, seppur dolorosa, non può neppure essere paragonata alla violenza subdola e malvagia di una donna!
Dov’è il tanto preteso diritto alla parità in questo caso??? Chi è ad essere veramente discriminato?
Se si incappa in un errore contro una donna, lei si vendicherà IN ETERNO! Non sarà mai sazia di farvi del male. Vi esternerà tutto il suo disgusto facendo uso di ogni occasione o circostanza. Sguardi, gesti, freddezza glaciale, sarcasmo, pettegolezzo, lavaggio del cervello a tutti coloro che vi conoscono … compresi, loro malgrado, i figli! E non ha importanza quanto è grave la motivazione per cui il vostro rapporto si è rotto, lei non conosce il perdono, la pietà per la donna è un concetto astratto. E di tutto questo nessuno ne parla, i media non si pronunciano, nessuno si schiera e il popolo ignora questa bassezza morale tutta al femminile!
L’opinione pubblica, la società ed i media, forniscono alla donna innumerevoli scorciatoie e scuse per “giustificare” ogni cosa. Se la donna ammazza il proprio figlio essa può essere pazza, può aver avuto uno scatto d’ira difficile da controllare perché nel periodo delle mestruazioni o perché in menopausa o perché in depressione o depressione post partum e tante altre corbellerie. Se un uomo assesta un bel destro sulla faccia di colei che gli sta rovinando la vita egli è un violento … punto e basta! Un mostro!
Così l’uomo, l’ex, si trasforma in un essere privo di sentimenti, un obbiettivo su cui scagliare ogni nefandezza, un argomento di conversazione con amiche e parenti atto a demolire la reputazione del proprio ex, un paragone (in negativo è ovvio) da palesare ai figli con l’intento di snaturare un buon rapporto e per “sporcare” l’immagine di padre che fino a quel momento avevano!
Questo post, lo avrete capito, non fa ridere per niente, non riesco a trovare nulla di divertente in un simile scempio dei diritti fondamentali dell’uomo; vorrei però incoraggiare (per quel che vale) tutti coloro a cui è stata tolta la vita a tener duro e a lottare perché i propri sacrosanti diritti siano rispettati e non calpestati. Fate ricorso alle molteplici associazioni che danno supporto legale, giudiziario ed anche morale … senza alcuna vergogna. Non nascondete ciò che vi è accaduto, essere vittime non significa essere stupidi né malvagi. Non lasciatevi andare, non scoraggiatevi ed anche se l’aridità che la vostra ex moglie ha portato nelle vostre vite è sempre più opprimente, tirate fuori orgoglio, coraggio e forza. Fatelo per i vostri figli, dimostrando loro che le accuse delle loro mamme erano infondate e che voi, anche se avete qualche colpa, siete dei buoni padri e delle brave persone. Riappropriatevi della dignità che vi è stata sottratta ingiustamente, riacquistate credibilità verso voi stessi e gli altri, costruitevi un’ottima reputazione e quando la vostra strega di ex sentirà commenti positivi su di voi, quando vedrà che i vostri figli vi amano e che tutta la sua folle costruzione di bugie sta’ inesorabilmente crollando … sarà quello il più bel momento della vostra vita! Poi lasciatela macerare nell’alcool dove si rifugerà ed osservatela quando sarà emarginata da tutti perché tutti avranno capito di che pasta essa sia!!!
Vi auguro, cari ex mariti e padri, tutto il bene del mondo ed alla vostra ex gli auguro che tutti i soldi che vi frega mese dopo mese li spenda in medicine!!! (questa era bella!)

87 commenti:

  1. Mi chiedevo come mai tu non avessi mai parlato di questo spinoso argomento. Ogni singola parola che hai detto ha la mia approvazione Sam. Forse ci sei passato anche tu. Se tu sapessi quante volte mi sono chiesto come fosse possibile che una persona avesse cosi tanta malvagità dentro. La mia ex moglie è il diavolo in persona e senza svendere nei dettagli ............mi ha tolto ogni cosa. Io però la forza di rialzarmi non cel'ho. Il motivo del divorzio? Che sono una persona troppo poco solare. Non ho parole Sam.
    Stefano D'Arcio Enna

    RispondiElimina
  2. Ne sei anche tu vittima vero Sam?

    RispondiElimina
  3. Sam.Non vedevo mio figlio dal 7 di ottobre. Ogni settimana cera una scusa e io per non preoccupare il piccolo mio non ho detto niente a nessuno.verso il mio assegno con puntualità ogni mese e so bene che lei se la spassa tra i suoi guadagni e i miei.Al piccolo va poco e nienete!!!!!!!!!! Dopo cosi tanto tempo ho chiesto al mi avvocato e dopo aver insistito ho chiesto e preteso di vedere mio figlio. Cera un appuntamento ma lei col bambino non si e presentata. Un insegnante della sua scuola mi ha informato di una recita di classe dove avrei potuto vederlo, è n'amico mio. Ci sono andato e nel corridoio senza di lei io gli ho chiesto cosa stava succedendo. Lui mi ha detto che io ero pericoloso e che se avevo fatto male alla mamma avrei potuto farlo anche a lui.ti basta per capire quanto sta puttana mi ha tolto?????????????????????????? Mio figlio ha paura di me! e io non ho nessuna ragione per vivere.
    Anonimo per costrettezza

    RispondiElimina
  4. Io non vedo mia figlia da 20 gg, vi sembra giusto???????????? Luride zoccole sanguisughe? non solo mi ha ridotto a vivere in cameretta dai miei, a perdere tutte le mie amicizie e la mia tenera Lucia la gioia di papà, adesso manco la posso vede'. Bastarda se te sgamo ti spacco i denti!!!!!!!!!!!
    Puttanna maledetta, intanto si scopa mezzo paese e io vero lavoratore non posso neppure parlare col sangue de mio sangue. Leo

    RispondiElimina
  5. Ciao a tutti, sono Lelio da Latina. Ho letto questo articolo in cerca di suggerimenti per riappropriarmi del diritto di vedere Paride e Lea i miei amatissimi figli. La loro madre li ha convinti che io sia una "rata" da pagare, un "obbligo" per non esporla a problemi giudiziari ed adesso io sono al limite della povertà, senza i più cari affetti e senza nessuno che può aiutarmi perche "la mamma è sempre la mamma!". La mia vita è vuota non ho più nulla in cui credere e vivo per non far sapere ai miei adorati figli che il loro papà è morto suicida. Sapete una cosa? Io legalizzerei l'omicidio contro le donne vigliacche e infami.
    Spero che un cancro se la porti via.
    Lelio

    RispondiElimina
  6. Andrea di sei anni mi ha chiesto: papà la mamma ha detto che tu sei un lurido stronzo ma che significa? E' brutto?
    Altro che violenza, se becco quella troiaccia da sola la elimino!
    Ernesto

    RispondiElimina
  7. Sam mio figlio ha aspettato i 18 anni e dopo un solo giorno è tornato a vivere con me. Non gliene fregava niente del lusso che aveva con sua madre, lui voleva il papà e visto che la madre era odiosa e che mi odiava lui mi voleva bene invece e lei se l'è presa nel culo!!!!!!!!!!!!!!! Ora non devo passargli più neppure gli alimenti e dopo un solo mese dal giudizio è tornata a casa mia a chiadere perdono.
    Gira al largo lurida sgualdrina gli ho detto e mio figlio gli ha pure tirato dietro un nanetto del giardino.
    Non ho più nessuna pieta! lei mi ha fatto vivere senza Davide per ben tre anni!
    Ennio da Forli

    RispondiElimina
    Risposte
    1. minkia sei un grande....

      Elimina
  8. E il dolore che causano gli uomini alle donne?? Ovviamente si tralascia non è vero? Stronzi maschilisti.
    Lella

    RispondiElimina
  9. Mia figlia Teresa mi è stata negata per due mesi e non c'era giudice che riuscisse ad avere il coraggio di imporre alla zoccola di rispettare le regole. Ma se io ritardo di un giorno l'assegno mi ritrovo l'FBI sotto casa.
    Puttane tutte le donne e anche di più!
    Carlo

    RispondiElimina
  10. Cari padri sofferenti,

    Si anch'io lo sono. Quasi 2 anni fa, mia moglie mi ha lasciato portando via anche i miei figli, ciò é il mio cuore. Non soltanto questo ma leu é andata in un'altra paese che io non posso vedere i figli che mi ha portata via. Ma prima di andare, mi ha rovinata la vita facendomi perdere il mio lavoro, il mio buon nome, la mia unica entrata mensile, i miei amici, la mia salute fisice a psicologica. Per farsi vedere come la vittima, prima di seperarsi da me ha mandato in giro tante quelle bugie che poteva scrivere un libro. Sapete come finisce, tutti credono in lei e nessuno viene da me a chiedere nulla ma soltanto chiudano la porta alla notra amicizia passata. Oggi sono senza entrata e vivo nell'estrema povertà, però ciò una grande ricchezza attravero l'amore dei miei figli!

    Cari padri come per voi, non é stato facile neppure lo é oggi però velo dico andate avanti, alla fine la verità sarà scoperta e i vostri figli lo vedranno e ti honorerano per la tua fedeltà nel aver amato loro fino alle fine. Non permettere che sia la sofferenza a vincere ma il tuo amore per loro.

    Sei state leggendo questo blog e siete ancora single, pensateci bene prima del famoso sì... é una parola molto, ma molto costoso.

    si, sono il vostro,
    NOORM

    RispondiElimina
  11. Vivo in un monolocale a milano, mi ha tolto tutto e non vedo Andrea da ben 2 mesi. Io con lui ho un rapporto speciale e lo amo più di me stesso ma dubito che lui sia più interessato a me. Lei è un'abile malfattrice.
    Non so cosa fare.
    Nicola

    RispondiElimina
  12. Caro Sam, Ester è la mia ciccia. lei mi illumina gli occhi di vita e amore. Ma posso vederla solo due volte al mese. Se sottraiamo le patetiche scuse di mamma arrivo ad una. Tu dici di avere forza, coraggio e orgoglio, ma non credo ci sia spazio per averne.
    Ivan

    RispondiElimina
  13. La sanguisuga di mia moglie vive in una villetta in campagna che ho tirato su con le mie dure mani, becca un assegno di 1500 euro al mese per i suoi porci comodi e nemmeno si degna a rispondermi al telefono per salutare la mia piccola Graziella! Ma i giudici che se ne frega se io vivo in un sotto tetto! Basta che mando l'assegno. Al compleanno della piccola non m'hanno fatto manco entrare! Chje devo dire io???????
    Sam tu sei il meglio che si trova sei coraggioso e spietato se i ngrande!!!!!!!!
    Raffaele da Sassari

    RispondiElimina
  14. Bene Sam, hai toccato il fondo! Cosa dici, se ne hai il coraggio, di quegli uomini che abbandonano madri con due o più figlie senza provvedere per loro?? Discorso difficile vero?
    Sei solo un mediocre pensatore di incredibili stupidaggini. Maschi, uomini, intanto se una donna vi lascia voi vi poerdete nell'oblio.
    Anna

    RispondiElimina
  15. Mia figlia Michaela è il mio onore e amore eterno. Purtroppo non la vedo da 20giorni. Sua madre, Satana, la convince sempre che c'è qualcosa di meglio da fare che passare del tempo con suo padre. L'ultima volta lei mi ha chiesto: Papà ma è vero che tu sei cattivo?? io qualla maledetta la brucerei viva come si faceva con le streghe una volta.
    Gabriele

    RispondiElimina
  16. Ciao Anna, io non discuto sui fatti personali di chi, immagino come te, abbia seri problemi con un ex, ma non ti permettere mai più di sentirti giustificata nell'ignorare il dolore altrui solo perchè c'è qualche idiota che si comporta male. Lascia questo spazio allo sfogo di uomini che, probabilmente, hanno avuto a che fare con donne come te! Se una donna ci lascia noi ne soffriamo perchè dei due siamo stati gli unici ad essere veri e sinceri.
    Tu devi essere così brutta da far vomitare un ratto! Mediocre pensatrice di blasfeme stupidaggini femminili!
    Chiuditi in una stalla!
    Bye

    RispondiElimina
  17. Ciao a tutti, arrabiati e non. Sono Stefano e sono figlio di una coppia divorziata. I miei si sono lasciati 6 anni fa'. Ora io vivo da solo in un altra città a causa dei miei studi. All'inizio di questa tragedia fui affidato a mia madre che dopo il divorzio si è data alla bella vita. Ho visto in lei un cambiamento spaventoso e mi dava l'impressione che nel matrimonio lei si sentisse in gabbia. Ogni settimana tornava a casa con un uomo diverso, dormivano insieme ed io lo sapevo. E' stato il periodo più buio della mia vita. Dovevo fare tutto da me, cucinare, stiro ecc. Dopo 8 mesi, non appena diciottenne, scappai da mio padre che per colpa di mia mamma non vedevo da molto tempo. Lui mi ha accolto con un amore letteralmente incredibile. Lui è rimasto sempre lo stesso, lavoratore onesto, persona magnifica ......ma era morto dentro e la cosa era piuttosto evidente. Dopo solo due mesi ci raggiunse anche mia sorella. Mia madre non smetteva mai di insultare mio padre, lo ha ricoperto di così tante cazzate che chi lo conosceva bene stentava a crederlo! Intanto a fine mese l'assegno se lo prendeva con molto piacere! Ora mia madre si è risposata e vive altrove. Io non voglio mai più rivederla e neppure sentirla. E sapete una cosa? Se c'è una cosa che mio padre non mi perdona è l'odio che ho per mia madre. Detto questo.....!
    Ciao Sam, grazie per questo piccolo posto dove nascosti dall'anonimato possiamo condividere i nostri dolori.

    RispondiElimina
  18. Come al solito si legge solo quello che si vuole e come sempre c'è qualcuno che siccome non riesce a farsi un pensiero specifico su un caso specifico, cerca di creare dubbi, allarga il concetto per inglobare in esso alternative opposte. Voglio chiarire: di padri "inseminatori" e che abbandonano io, forse, mio malgrado, ne so' molto più di voi ... forse. Perchè è la mia esperienza personale e l'abbandono di un padre, vi assicuro, è dolorosissimo. Ma in questo post s'è parlato di una cosa sola, una soltanto e cioè l'iniquità che pervade le separazioni ed i divorzi e come "molte donne ma non tutte" ne approfittano senza scrupoli nè vergogne! E' sciocco chiedersi come mai non ho parlato dell'altra faccia della medaglia e cioè di padri sconsiderati ed egoisti ... a suo tempo ne parlerò e poi, il fatto che esistano certi ceffi non giustifica nessuno a comportarsi come fanno certe madri e mogli. Ho pubblicato tutto, parole poco pulite, sfoghi e insulti compresi ... perchè in un caso così dar un bricciolo di sfogo a qualcuno è doveroso. Ma cercate, se potete, di evitare un linguaggio scurrile. Grazie a tutti. ps. a tutte quelle donne che non si rispecchiano nei casi citati, non ne rimanete offese, voi siete estranee a questo ... quindi la cosa non dovrebbe toccarvi, e poi ... la sorellanza femminista dovrebbe lasciare il posto al buon senso in certi casi.

    RispondiElimina
  19. Quanto dici è vero, pur essendo donna posso confermare che generalmente noi femminucce siamo molto più vendicative. E' pur vero che a volte certi maschietti meritano severe lezioni, ma usare i figli in questo caso ed in tutti i casi è veramente basso come atto. I figli poi ricordano molto di più di quel che crediamo ed è inevitabile che poi ne soffrano atrocemente.
    Buon articolo Sam, soprattutto se finalizzato a questo unico aspetto.
    Questa volta mi trovi in pieno accordo.
    Complimenti, Annarita

    RispondiElimina
  20. La fine di un rapporto porta con se pene estreme e coinvolge anche chi, come i figli, sono del tutto innocenti! Ma io, nella sfortuna, ho un ex marito eccezionale. E' presente, affettuoso ed adorabile, sa essere discreto e misurato. La sua innegabile levatura morale mi lascia sempre allibita ma piacevolmente. Siamo diventati amici ed il bambino soffre poco o niente. fatto sta che il giudizio al nostro divorzio era tutto a mio favore e cosi non incasso i suoi assegni da mesi, proprio perchè non ne ho alcun bisogno ed al nostro piccolo non manca affatto nulla.
    Ma conosco alcune amiche che dopo il divorzio l'unica missione delle loro vite è distruggere i propri ex senza nessun limite!
    Ottimo articolo Sam. Ma non ti arrabbiare troppo.
    Elvira

    RispondiElimina
  21. Ciao a tutti voi compagni di sventura.Anche io ho subito le stesse angherie e la mia sofferenza mi ha spinto a provare il suicidio.Non vedere i miei tre figli e non sapere nulla di loro mi ha arso l'anima.Poi ho incontrato un assistente sociale (Barbara) che è la persona più efficente del mondo.Ha sollevato un vespaio e tra mille peripezie è riuscita a dimostrare che la mia ex moglie picchiava i bimbi ed uno di loro ci è stato pure in ospedale.Ora vivono tutti con me e lei non ha più alcun diritto se non in presenza continua mia o di chi ne è all'altezza.Per me la giustizia c'è stata e vi auguro che ci sia anche per tutti voi. Lottate sempre come dice Sam e non vi arrendete e soprattutto non fate cazzate!

    RispondiElimina
  22. Dopo aver letto attentamente tutti i commenti sono assolutamente allibita.
    Non sono sposata, non convivo, non ho figli e quando leggo certe esperienze mi chiedo come certe donne arrivino ad avere così tanta cattiveria nei confronti di chi dicevano di "amare tanto" quando si sono sposate ..
    Per fortuna le donne divorziate che conosco io hanno avuto l'intelligenza di rispettare l'affetto che i loro figli hanno nei confronti del papà.
    Soprattutto mi chiedo .. ma certe donne dove mettono la propria dignità personale?
    Con amarezza ... per certi "specchi femminili"..
    Michela

    RispondiElimina
  23. Ciao Michela, la tua amarezza è condivisa. Sai, non c'è alcun dubbio che certi padri siano un vero pericolo per i propri figli, ma la casistica dice poco al riguardo. Hai detto bene: "dignità". Forse in alcuni casi è troppo sottovalutata.
    Grazie per il tuo intervento.
    Sam

    RispondiElimina
  24. Io sono Marino e scrivo da Loreto, mia moglie Annalia, dopo essere stati sposati per ben 9 anni mi ha tradito con il suo capo. Nel frattempo abbiamo avuto un figlio Samuel. Ora lui ha 7 anni. Dopo il divorzio OVVIAMENTE il figlio è stato affidato a lei. Al giudice (donna) non è parso importante che lei fosse una schizzofrenica alcolizzata e per questo una sera ha sbattuto Samuel giù per le scale procurandogli una perforazione del polmone destro. Samuel è un bimbo letteralmente terrorizzato. Ha paura di tutto e una sera mi ha detto: papà la mamma mi fa tanto male e non mi coccola mai. Lui ha sviluppato una sorta di terrore della gente. Si sente sempre fuori luogo e crede di essere un povero menomato. L'assistente sociale di prima dice che il piccolo è spaventato e presenta numerosi lividi sul corpo. Sapete cosa ho fatto io???? Ho portato mio figlio dal giudice e lui davanti all'evidenza mi ha dato raggione. Ora Samuel è con me, lei cerca di sopravvivere ai suoi errori. Ed io sono costretto a mentire pur di non dare una figura sbagliata al piccolo della sua mamma.
    Che dire Sam? E' più dura di quel che si possa immaginare!

    RispondiElimina
  25. Mannaggia che blog! E chi t'ha scoperto la Madonna?? Bravissimo Sam!

    RispondiElimina
  26. Dino da Trapani. Non vedo mia figlia da 8 settimane e mia moglie si nega. non ho nessuno che mi aiuta e nessuno che mi capisce. la infame intanto si gode la vita con i miei sloldi. E poi la gente si meraviglia se un fa le pazzie.

    RispondiElimina
  27. Caio a tutti ma è così grave la situazione? Io pure ci soffro e mia ex moglie si fa la snobb con i miei sudati guadagni. Io che devo fa'? i miei figli pensano male di me e tutti che mi conoscono mi odiano per colpa della malefedtta bugiarda.

    RispondiElimina
  28. Si cari miei, la situazione é molto ma molto grave. Le donne hanno tutta l'attenzione perché hanno gridato e pianto per tanti anni e hanno vinto perché quegli della corte e dei avvocati e dei giudici erano stanco sentirgli. Hanno dato tutto a loro per fargli zittare e noi, Zitti, zitti abbiamo perso tutto. Dico che é ora di alzare la voce e lottare un po' di più, fare un paio di passi in più a far sentire alla legge che siamo stanchi dell'ingiustiza che ci sia atato dato. E ora di far capire la gente che la legge non é uguale per tutti. Chi ha il senno, che porta la gonna, chi sa piangere, vince sempre.

    Siati forti amici miei e gridate, gridate, gridate finché la giustizia é dalle tue parte.

    Il vostro amico sempre
    Noorm

    P.S. mamma mia quanto mi fanna stancare 'ste donne, dammi una birra Sam.

    RispondiElimina
  29. Norm sei eccezzionale, lasciatelo dire. Hai ragione diavoletto mio, ma non è affatto facile!Non lo è perniennte! Comunque sei sempre esilarante anche con dei temi così seri.
    Sei un grande Norm, e non è per la tua panciona!
    Alessandro

    RispondiElimina
  30. Normi secondo me tu sei così bello dentro che fuori sei un modello! Io ti amo come una pazza e solo immaginare di sentirti parlare mi fa venire i caloro. Odddddiooooo ti amoooo!
    Cindy

    RispondiElimina
  31. Caro Alessandro,

    Grazie per i complimenti. Sono moto orgoglioso della mia pancetta, ho lavorato tanti anni per arrivare a questo punto, Il Lupolo mi é stato di grande aiuto, ma per di più, devo ringraziare la Vera, sì, se non per lei, sarei stato a casa ogni sera e la panza non sarebbe cresciuta così bene.

    Grazie amico,
    Noorm

    RispondiElimina
  32. Sam la natura femminile è assai diversa da quella femminile, non sei d'accordo? Io penso che la donna è malvagia di natura e che questo è un suo naturale meccanismo di difesa. Non pensi? Che odio!
    René

    RispondiElimina
  33. Cara Cindy,

    Mi sembra di aver sentito già questa frase,
    "pling, pling, Pulito dentro, pulito fuori" Acqua Rocchetta ???

    Grazie cara Cindy, però se la Vera leggesse questa mail vedrai chi é la vera pazza!!! Attenzione cara,
    il tuo Noormi

    RispondiElimina
  34. Ciao Sam!!Che argomento doloroso....ma ormai non mi stupisco più del comportamento delle donne...di una parte delle donne almeno!!!Quello che davvero mi stupisce è, come diceva Michela, che sia possibile arrivare ad usare tanta cattiveria contro una persona che si ha amato...
    Le donne hanno sempre avuto certi difetti, non sono mai state perfette chiaramente...ma almeno non ce n'era una che non mettesse la felicità dei figli davanti alla sua...proibire a un papà di vedere i bambini è crudele nei confronti dei figli, più ancora che nei confronti del papà!!!Secondo me almeno...
    Anch'io sono figlia di genitori divorziati e, per quanto mio papà sia stato "stronzo" con mia mamma, lei non mi ha mai impedito di vederlo...anzi, mi spingeva a farlo lei per prima!!!
    Chiara

    RispondiElimina
  35. René, perdonami caro mio, ma devo dissentire: la donna non è malvagia di natura, scusami ma non sono affatto d'accordo con questo pensiero. Che in particolari situazioni essa (come l'uomo in altre) tiri fuori il peggio di se' è una cosa, ma far di tutta un'erba un fascio ... me ne guarderei bene.
    Quando le cose funzionavano molto meglio, il papà mandava a letto noi piccoli monelli senza cena ... ma puoi contarci, dopo un po' la mamma si intrufolava silenziosamente in camera, ci asciugava le lacrime, ci tranquillizzava e ci dava qualcosina da mangiare.
    Se questo è essere malvagie ... non so'!
    Bei tempi Renè!

    RispondiElimina
  36. Leggendo questi commenti ci sembra di essere dipinte tutte come delle spietate e perfide streghe, ma fortunatamente si è scritto più volte che non tutte le donne sono così vendicative e stupidamente malvage!
    Ma purtoppo spesso le cose stanno cosi.
    Ester

    RispondiElimina
  37. Sono sulla stessa liea di Chiara, anche mia madre nonostante tutto mi ha sempre invitato ad avere un buon rapporto con mia madre e mi diceva sempre che tra di loro le cose erano andate molto male ma non con me. Io ne ho sofferto molto e forse per questo sono allergica al matrimonio. Se posso permettermi vorrei invitare tutte le donne ex a lasciare SEMPRE i figli fuori da ogni discussione.
    Lina

    RispondiElimina
  38. Per Lina, io lavoro in un tribunale e anche se con dolore, almeno in questa parentesi, Sam ha ragione e chi commenta ne ha più di lui. E' duro doverlo ammettere ma ti assicuro che le donne con il divorzio ci guadagnano fin troppo e la legge è quanto di più discriminante ci sia. Ripeto, so bene quel che dico perchè è il mio lavoro e ci sto in mezzo, la donna approfitta di questa situazione e non si soddisfa mai di far del male ai propri ex, che..a dirla tutta, saranno anche scemi i maschi ma non cattivi.
    Con immensa stima e simpatia per Sam..un saluto a tutti voi.
    Sonia (nome di fantasia)

    RispondiElimina
  39. Lei mi tradiva da 1 anno e mezzo ed io ho chiesto il divorzio.Dopo i vari percorsi obbligati tra tribunali, avvocati e servizi sociali e ctu ho incominciato a capire che non si emettevano dei giudizi ma dei pre-giudizi. Sono un agricoltore e vendo al mercato, mia moglie è una dipendente statalee prende il doppio di me(certificato).La casa coniugale a lei (l'ho costrutia con le mie mani)lei di suo è proprietaria di terreni e costruzioni(anche la finanza lo ha accertato)fatto sta che io non vedo mio figlio da 7 mesi, verso l'assegno di 700euro e sono dovuto andare a vivere in macchina per due mesi e poi da mio fratello.E' inutile dire che auguro alla mia ex il peggio, ma mi chiedo dov'è la giustizia.Perchè non posso vedere mio figlio?Perche??????????????????????????????????????La zoccola ha detto al giudice che io faccio anche un altro lavoro che mi rende più che benestante, ma nonostante nessuno degli organi d'accertamento è riuscito a dimostrarlo perchè semplicemente NON E' VERO, il giudice impone a favore di quella maledetta.Poi ci chiediamo come mai gli ex ammazzano le donne, sai che c'è Sam io li capisco!!La cattiveria delle donne quando si separano è infinita e pensa che mi cornificava da 1 anno e mezzo sta lurida mignotta!Intanto io continuo a non vedere mio figlio.Io sono disgustato

    RispondiElimina
  40. Io non me la prenderei troppo con le donne, ma con i giudici che non fanno nulla di giusto! Applicano la legga alla cazzo di cane e intanto le mamme, pure se sono le peggio troie, cel'hanno sempre vinta. Poverette vittime loro. Altro che calci in culo! Se i giudici giudicano così allora Berlusconi è vergine.
    Sebastiano D'Ollio da Modena

    RispondiElimina
  41. Cari miei, possiamo parlarne in eterno, su questa legge e nel come essa viene intuita, capita ed applicata, c'è una discriminazione contro l'uomo evidente ed indubbia! Possiamo parlarne per ore, giorni, mesi ed anni, va' tutto rifatto e adeguato al nuovo ed imperante status sociale che le donne hanno raggiunto. Altro che sesso debole, loro comandano il mondo con le lacrime e questo è uno schifo! Mio fratello ha perso tutto ed ora se non fosse per la sua famiglia vivrebbe per strada. E' depresso e separato forzatamente da suo figlio perchè quella puttanaccia della sua ex ha convinto i giudici senza prove, senza indizi e niente di serio, che lui era violento con mio nipote!!!!!! Mio fratello ha portato testimonianze, prove e quant'altro e non è servito a nulla. Dopo 4 mesi dal suo allontanamento dal figlio, la maestra dell'asilo ha notato dei lividi sulla schiena e sulla poancia di mio nipote.,Ovviamentìe tutto riportato al giudice ed ai servizi sociali ed oggi le cose non sono cambiate, il bambino è triste, introversoe chiede sempre del papà perchè la stronza lo picchia in continuazione. Anche la suocera di mio fratello lo ha ammesso e ha deposto. Non è servito a nulla. Sai perchè, secondfo me s'è scopata il giudice., Non posso pensare ad altro

    RispondiElimina
  42. Sam
    il primo commento e' ..... che schifo !! Il secondo e'..... non ci credo! Il terzo...... ma e' mai possibile??????
    So di mamme che usano i figli x ricattare gli ex mariti, so di papa' che usano le leggi a modo loro e non versare gli alimenti e farla franca...
    Ma di giudici e quant'altro che sorvolano sui lividi dei figli non ne voglio sapere, non ci credo e non ci voglio credere..... Non ci voglio credere che un giudice o un assistente sociale davanti alle prove lasci i bimbi in mano a persone violente, pericolose, mamme o papa' che siano..... Per la mia personalissima esperienza posso testimoniare che non e' cosi'..... Sto dall'altra parte, quella delle mogli vittime delle leggi ingiuste, della legge del piu' forte economicamente, della legge dove vince chi ha piu' conoscenze influenti...... Posso testimoniare che grazie a queste leggi "legali ma ingiuste" sono stata vivisezionata grazie a false affermazioni..... il tutto per fortuna si e' risolto con un nulla di fatto, archiviazione immediata x infondatezza di quanto falsamente denunciato.......sono stata fortunata ho trovato persone ragionevoli, assennate che davanti all'evidenza dei fatti hanno capito chi mentiva..
    Ma non voglio essere qua una voce fuori dal coro, posso aggiungere solo che nonostante alimenti non pagati per anni, mai ho proibito alle mie figlie di incontrare il padre, mai ho detto una parola sbagliata..... e non xche' non ne avessi voglia o ragione di farlo, la mia coscienza non me lo consentiva e come padre non potevo rimproverare nulla al mio ex marito, se non quello di far fare i salti mortali a me x pagare le bollette......
    Questo comportamento ha pagato, con il tempo si e' recuperato un rapporto civile, ho visto le mie figlie gioire di questo.... e questo non ha prezzo.
    Mi si stringe il cuore a leggere questi papa', e ancora di piu' se immagino questi bimbetti senza piu' un'immagine a cui facevano riferimento quotidianamente.... e vorrei dire a queste mamme.... ma con che coraggio? con quale cuore? con quale coscienza?
    Neanche il peggiore degli uomini che di sicuro puo' avervi cornificato, illuso, tradito, mentito.... merita la sofferenza dei vostri figli. Perche' e' a loro che dovete pensare e al dolore di chi ogni giorno ha una persona vicino e improvvisam non l'ha piu'.... Il marito puo' essere uno str...... tutto quello che volete, ma i vostri figli che c'entrano??
    Che amarezza...
    Stella stellina

    RispondiElimina
  43. Ciao "Stella Stellina", rileggerti è un vero piacere ... pensavo (per mia colpa) di averti perso. E' un piacere leggerti perchè, come sempre, i tuoi commenti ci danno una luce diversa con la quale visionare nuovi profili. Io ho vissuto la tua medesima situazione ... ma come figlio, e ti posso giurare che vedere una madre fare immani sacrifici per i suoi tre figli, senza mai contare sull'aiuto di nessuno, è quanto di più atroce esista. Se me lo permetti, voglio esprimerti tutta la mia stima. Ed anche se questo post mostrava il fianco a sfoghi e quant'altro, la tua non è una voce fuori dal coro ... è una voce opportuna e reale e per questo merita tutto il rispetto che maturano altri commenti.
    Sono felice che le cose siano migliorate, ma come dici tu stessa ... forse è stato merito della tua superiorità morale.
    Con stima Sam.
    Saluti e stima anche da Norm ... il che la dice lunga!

    RispondiElimina
  44. Caro Sam,spero tu non te la prenda troppo..x me tu hai 1 vero debole per stella stellina:)
    Nn commenti mai cosi come fai x lei.E'xchè t da ragione? Classico men!":)X00000
    6 troppo un maschio ferito, patetico.
    Enry

    RispondiElimina
  45. Ciao "Mega flawer super power ikkia dancing proto left", dimmi cosa diavolo rappresentano i tuoi geroglifici e potrò risponderti come meriti ... "SE" lo meriti.
    "Stella Stellina" è una presenza importante in questo blog. Come Norm, Chiara, Vania, Sergio e Alessandro.(Spero di non aver dimenticato qualcuno). Lei ha una qualità che io ammiro molto, è schietta e sincera e tra gli altri è quella che più mi ha contrastato. Lo ha fatto sempre con educazione e garbo ... io, non altrettanto all'altezza. Ma ciò che contraddistingue le persone intelligenti è la capacità di riconoscere se stesso/a anche nel peggiore degli errori. Noi siamo gente che non si identifica in uno stile scrivendo e usando codici appartenenti ad un solo genere o categoria ... noi usiamo l'Italiano, io faccio una fatica mortale, usando dizionari ed approfittando di programmi di grammatica che mi correggono sottolineando i miei errori che, al di la' di una "a" o di una "e" sbagliata o un'accento improprio rendono i miei scritti comprensibili (il tuo commento lo dimostra) a tutti. Tu invece esprimi un concetto come un geroglifico de noi altri. "Stella Stellina" mi da contro spesso e volentieri, ma la sua opinione è rispettabile ... scusami ... ma la tua è vuota e allude a chissà cosa. Come dice il grande Norm, e se Egli mi concede una sua battuta: beviti una birra, sedati e stattene sereno che qui di inciuci virtuali non ce ne è neppure un alito.
    Vostro ... non per Enry (ma che nome è???) Sam.

    RispondiElimina
  46. Ciao Enry,
    Benvenuto abordo, a me, mi piace il tuo nome che viene dall'inglese Henry, dopo il Grande re di Inghilterra. "Re Henry"

    Ti sugurerei di ascoltare Sam, prendi una birra, se lo offra lui é una buona cosa, se no, vale la pena, ti mette sempre in sesto.

    Anch'io amo Stella Stellina, Lei é Brillante come pochi altri.

    Noorm

    RispondiElimina
  47. Non discuto e nemmeno dubito delle tristi ed ingiuste esperienze che i lettori hanno vissuto, ma personalemente anche se il mio ex marito meriterebbe l'impiccagione per idiozia, violenza e superficialità, non gli ho mai impedito in alcun modo di vedere la nostra piccola, che definirei mia, visto che lui le dà buca 9 volte su dieci facendola soffrire inutilmente. Ma da una parte è meglio. Da grande potrà difendersi da maschi sordidi e viscidi ......proprio come il suo papà. Ma io lascio che sia lei stessa a capirlo, non interferisco.
    Carla

    RispondiElimina
  48. Non trovo molto intelligenti e sensate le tue affermazioni ed i tuoi commenti Sam, ovvio, solo in questo caso, dove si codifica una donna come l'emblema della distruzione, una assetata sanguisuga pronta a tutto pur di abbattere la figura maschile .......scusa ma non è ..così!Anche le donne ci perdono nelle separazioni e nei divorzi. Svegliati che è meglio.Ileana

    RispondiElimina
  49. X ENRY....
    Da cosa la tua sicuramente brillante mente ha potuto dedurre che Sam sia un maschio ferito???
    Non ti ho mai letto tra noi, quindi il tuo giudizio, semmai fosse giusto, sarebbe superficiale. Non perdo tempo a ribadire a te cio' che Sam ripete continuamente : questo e' un blog che SCHERZOSAMENTE da' addosso alle donne..
    ... potrebbe anche essere che Sam sia un uomo ferito, ma non possiamo certo saperlo noi, io almeno, pur essendo sua lettrice fedele non lo so, TU sei riuscito a capirlo da un unico post???
    Hai provato a giocare al Lotto????
    Se leggessi con attenzione vedresti che tante altre donne danno ragione a Sam. Probabilmente quelle che non concordano si tengono lontane da un blog come questo per evitare inutili e dispendiosi trapianti di fegato, e anche questa la trovo una dimostrazione di intelligenza.....
    Buona serata Enry..... e fatti una birra!!!!
    Stella stellina

    RispondiElimina
  50. Ciao Ileana,
    mi dispiace che non si sia ben capito che si discutesse su certe "persone" che hanno la coscienza come il tartaro dei denti.
    Non capisco ... ma se tu non ti identifichi con donne così vendicative e malvage, perchè ti senti offesa?
    Le donne spesso, ma non sempre, soffrono la fine di un rapporto ben prima della separazione, ciò non esime certe vipere dalla loro ingiustificabile tendenza alla vendetta più spietata, che se fosse unicamente "a due" ... chissene, ma che quando chiama in gioco gli innocenti figli ... se permetti è più che diabolico!
    Il mio post era indirizzato soltanto a questa casistica che spesso viene ignorata e sottovalutata ... se non taciuta, ma che è una realtà difficile ed al limite degli estremi per molti figli e uomini.
    Ma per te e per molte altre donne, è così dannatamente necessario che io specifichi OGNI commento come indirizzato solo ad alcune donne ed a "non tutte voi???"
    Ok, grazie per avermi suggerito di svegliarmi ... questi giorni di malattia il sonno in effetti mi stà sopprimendo! Uffa!
    Ciao Ileana

    RispondiElimina
  51. Signori vi prego: il fatto che alcune persone si comportino male, non significa che bisogna condannare TUTTO un genere!
    I mostri esistono, uomini e donne, e utilizzano le bassezze ke possono utilizzare.
    Ma tenete presente: una violenza non giustifica l' altra, un uomo non può far del male ad una donna "solo" perchè un' altra donna gli ha fatto del male o perchè ALTRE donne han fatto del male ad altri uomini o viceversa!
    Le persone vanno prese in quanto singoli e non in quanto collettività.
    Al riguardo, vi consiglio il film: American History X
    Apello sia agli uomini ke alle donne: deponiamo l' ascia di guerra e prendiamo le nostre responsabilità!

    RispondiElimina
  52. Julia, hai la mia massima e totale approvazione!
    Grazie per il tuo commento.
    Sam

    RispondiElimina
  53. Chiacchierechiacchierechiacchiere.....intanto sta roba ingrassa avvocati ed exmogli che se la spassano.......un po' troppa gente ci guadagna in questa nostra bella società , alla faccia di pochi coglioni che paganopaganopagano....e pagheranno

    RispondiElimina
  54. Ciao "anonimo", d'accordo con te, ma ... puoi spiegarti meglio?
    a presto.

    RispondiElimina
  55. questo sistema fa comodo a troppe persone,avvocati exmogli e perche' non dirlo....i figli,che da bravi\e adolescenti pensano solo a qualche euro in piu' al mese....poi non sono io che li ho definiti bamboccioni,ma si vede,basta guardarsi attorno.per avvocati,intendo anche quello che prende il malaugurato uomo che si separa...provare per credere

    RispondiElimina
  56. Ciao "anonimo",
    ... sai una cosa? Sono pienamente d'accordo con te.
    E' un sistema atto a distruggere l'uomo e a "santificare" la donna. E' uno schifo insopportabile.
    Tieni duro e non commettere MAI più lo stesso errore!
    Ti faccio i miei più genuini auguri di buona vita!!!

    RispondiElimina
  57. esatto...........il guaio e' che le donne di santo........non hanno un bel niente.......

    RispondiElimina
  58. http://www.tgcom.mediaset.it/cronaca/articoli/1014092/la-figlia-ha-un-lavoro-non-importa%3Cbr%3Eil-papa-deve-continuare-a-mantenerla.shtml

    ciao a tutti sono sempre io, copiate incollate leggete e capirete perchè l'italia va male e andrà peggio.....e perchè nonstante apprezzo siti come questo....secondo me perdiamo e perderemo solo tempo per nulla.

    RispondiElimina
  59. Ciao "Anonimo",
    giuro, sono rimasto sconcertato anch'io!
    Bell'affare il divorzio ... è proprio vero che sposarsi, per una donna, è sempre e comunque un affare!!!
    Ecco perchè la Canalis avrebbe dato l'ultimatum a George, per non farsi scappare il tesoretto insito in lui.
    Grande George ad averla mollata!
    E grazie a te per questo tuo prezioso intervento!
    A presto!
    Sam

    RispondiElimina
  60. Dopo diverso tempo mi è capitato di rincontrare un vecchio conoscente. Un uomo di mezza età, sposato da diversi anni, un ottimo lavoratore ed un uomo pacato e sensibile, taciturno, rispettoso e umile. Lavora da quasi 20 anni come tornitore. Ha costruito casa e viveva la sua dignitosa vita. Poi un bel giorno, sua moglie chiede il divorzio! Motivo: “non hai le palle e non sei mai a casa, perdi tutto il tempo in officina”.
    Della loro unione era rimasto ben poco da anni e tira e molla, s’è proseguito per il divorzio. A maggior ragione, per lui, dopo aver saputo di una tresca di sua moglie.
    Lui è un uomo così amabile e degno che perfino il suocero e la suocera hanno ripudiato la figlia ma appoggiato e difeso il genero perfino davanti ai giudici.
    La puttanella invece, forte di “non sentirsi una donna realizzata”, si fa sbattere come il lardo di Colonnata da un noto imprenditore della zona … “noto” per essere un inguaribile puttaniere … ma molto ricco!
    I dadi sono stati tratti e lui deve sborsare poco meno della metà del suo stipendio per garantire alla puttana vogliosa lo stesso tenore di vita di prima.
    Prima però, mangiava cappone e tortelli, ora mangia caviale e champagne!
    Gira in Porsche SUV e frequenta i locali più IN della città.
    A lei è andata perfino la casa!
    Lui, ormai derelitto, ha trovato riparo nella taverna dei suoceri che continuano ad amarlo proprio come si fa con un figlio.
    Il padre di lei se la vede spara a vista e la madre non vuole sentire nemmeno pronunciare il suo nome.
    Proprio quando tutto sembrava perduto, il puttaniere noto l’ha mollata penosamente per un’altra, una dell’est europeo. Così, tornata a mangiare cappone in brodo e incapace di pagare le spese di una grossa casa da sola, nonostante i soldi dell’ex marito, s’è diretta frignante a casa dei suoi per chiedere al suo ex di riaverla con se e di perdonarlo.
    Lui l’ha giustamente schifata e lei, costretta dalle circostanze s’è risposata con un commercialista. Ora, grazie ad un avvocato a cui va tutto il mio rispetto, lui si è riappropriato della sua casa e del suo intero stipendio e di donne non vuole mai più sentirne parlare.
    Sua suocera, abitando vicino, gli prepara “ogni giorno” pranzo e cena e alla domenica pretende di viziarlo a pranzo con loro.
    Abbiamo parlato a lungo, ha conosciuto il mio pensiero ed il mio blog ed ora è un fedelissimo del nostro Cheers … personalmente e virtualmente.
    Care donne, state sempre alla finestra come le cicale, come le civette a gridare alla parità, alla discriminazione, al maschilismo etc. ma quando vi fa comodo ad incassare l’assegnino non ci mettete niente né vi ponete alcun ripensamento.
    E poi la gente si meraviglia se certi ex mariti e padri ammazzano le ex mogli e poi si ammazzano loro.
    Inqualificabile ed ingiustificabile gesto per carità … così come lo sono le gesta delle donne che ci distruggono l’esistenza con il gusto di farlo.
    Cari padri ed ex mariti, le cose non cambiano sotto il profilo legislativo, tenete duro, fatelo per i vostri figli, fatelo per voi. E se ora siete soli … RIMANETECI!!!
    Con solidarietà ed affetto Sam.

    RispondiElimina
  61. Ciao Sam,so che è passato tanto tempo da quando hai scritto questo post,ma vedi io lo leggo solo adesso e non xchè non ero ancora una tua lettrice ma, xchè non ci riuscivo, poi un tuo commento recente su questo argomento,mi ha spinta a farlo.
    Sam io ho sempre creduto che il dolore così come la gioia non abbia sesso ma su una cosa mi ricredo, la cattiveria è "donna" e ti spiego il motivo.Leggendo il tuo post e i vari commenti io, che mi trovo dall'altra parte,avrei dovuto provare un senso d'ingiustizia e invece provo tantissima rabbia e dolore.Con quale diritto si decide x un padre riguardo al figlio,un padre ha gli STESSI diritti della madre,NESSUNO dovrebbe decidere il tempo di quanto e quando stare con i figli,chi dà alla donna il diritto di comportarsi da....parlando male di un padre che potrebbe avere le sue colpe ma ciò che conta è che AMA il figlio.Sam i miei figli non hanno un padre che li ama,il motivo almeno detto da lui è che noi siamo il passato che lo fa stare male,mentre adesso con la sua nuova famiglia ha trovato la serenità e noi non dobbiamo essere egoisti ma capirlo,ma non è questo il punto Sam, e mi riferisco a queste donne,vi rendete conto?I vostri figli HANNO un padre che soffre xchè li vuole e voi ACCIDENTI non capite che grande dono calpestate,avete idea di quanto un bambino possa soffrire x la mancanza di un padre? Quando mio figlio era in ospedale i suoi occhi guardavano il papà del bambino a fianco a lui,i gesti di quel padre verso il figlio erano pieni d'amore,soffriva ed io + di lui,quanto avrà capito mio figlio di una verità che cerco di non fargli conoscere,cosa ancora dovrei inventarmi x non vedere ,strappare quella tristezza dai suoi occhi,una cosa è certa MAI parlerò male di suo padre,ho sempre taciuto e continuerò a farlo,xchè PREGO che un giorno anche i miei figli possano sentirsi amati dal loro padre e se ciò non accadesse a che gli servirà ricordare le cattiverie dette su di lui.
    Vi supplico cambiate atteggiamento,lasciate che questi padri amino i loro figli senza ostacoli fatelo xchè siete mamme e non donne!
    Sam perdonami se sono uscita fuori traccia e se ciò fosse cestina pure questo commento,anche perchè non basterà solo il tuo blog x dire cosa io pensi di queste "donne",lo dirò ogni qualvolta si presenterà l'occasione a costo di essere offesa o presa a schiaffi.
    Con affetto e tanta tristezza
    LO!

    RispondiElimina
  62. scusate l'intrusione ma se non si è ancora capito le exmogli fanno comodo al sistema.....fidatevi pure di avvocati psicologi giudici ecc...ecc..ecc.....

    RispondiElimina
  63. Ciao "Anonimo" ... puoi spiegarti meglio?
    Ti ringrazio,
    Sam.

    RispondiElimina
  64. sistema = Avvocati che vivono sulle spalle delle cause fatte dalle moglibastarde , psicologi che sono più i disatri che fanno (per forza vivono , e bene!!, su teorie d'aria fritta), giudici che sono la vera essenza dell'idiozia e mi sembra che da come va l'italia lo confermano perfettamente. RISULTATO: che si fa il mazzo per lavorare(mariti) si vede messo in un angolo come un idiota(che va poi bene basta che paghi gli €)exmogli che non fanno un cazzo tanto c'è che paga costretto dalle categorie sopracitate con l'aggiunta di figli sempre più bambocci, anzi bamboccioni. Sam , mi sono spiegato bene o serve altro??!???

    RispondiElimina
  65. Buonasera "Anonimo" ...
    grazie per la precisazione ... ma ti assicuro, anzi ti giuro, che se non ho colto il senso non era per offenderti. Ti sei spiegato benone ... purtroppo il tema è sempre intriso di dolore. Ma tanto "chissene" siamo solo noi quelli che fanno violenza ... mica le donne! Grazie ed a presto.
    Sammy.

    RispondiElimina
  66. Ciao sam sono luca e ti ho scritto altre volte e da un po che non lo faccio l'antipatia verso tiffany mi era d'impedimento e te lo avevo anche scritto ma non ti scrivo per questo.oggi è pasqua e mia figlia non è con me ma con la mia ex moglie,le ho chiesto poco fa se me la faceva vedere,che soffrivo a stare senza la mia Mirella ma la stronza ha detto che non mi toccva a me che sono il padre, sono solo sam e anche se cerco di farmi forza soffro come un cane gli occhi mi bruciano per le lacrime ma che hanno le stronze al posto del cuore ho letto i commenti di altri che stanno come me per farmi forza,ho letto il commento di lo e mi ha intenerito quando dice che nessuno deve decidere per un padre il tempo di quanto e quando stare con il figlio se solo fosse così sam lei un cuore ce là è molto tenera ma non conosce che iena è la mia ex se la mangerebbe in un boccone.sam parlarti del mio dolre mi fa sentire meno solo ma spero di non averti rattristato mi dispiace se è così.

    RispondiElimina
  67. Ciao Luca,
    no … non è la tristezza il sentimento che provo nel leggere il tuo commento, ma rabbia … già, perché non si può e non si deve ignorare il dolore e la violenza che certe donne ci procurano ogni santo giorno.
    Forse le cose cambieranno un giorno … ma tu nel frattempo sii solido e forte, non cedere alle sue provocazioni e tieni duro per te stesso e per tua figlia soltanto.
    Un abbraccio,
    Sam.
    PS. Scusa, ma perché l’antipatia di una mia lettrice ti scoraggia a partecipare al blog? Non ti è simpatica Tiffany? E allora? Mica devi chiedere il suo permesso per dirci la tua opinione. Insomma Luca, anche a te sarà capitato e capiterà ancora di non essere simpatico a qualcuno, nella vita è così … perché farsene un cruccio?
    Non abbiamo già troppo problemi?
    Scusa il consiglio ma sentivo di dovertelo dire.
    A presto.

    RispondiElimina
  68. qua non dice più niente nessuno?

    RispondiElimina
  69. Ciao, non vedo le mie due figlie da 15gg e non le vedrò ancora per altrettanti giorni.Aspetto con ansia di poterle vedere nel mio weekend (alternato) ma spesso, se quella bastarda non vuole, mi fa saltare al weekend successivo per farle tenere al suo nuovo compagno che deve convincersi di essere lui il nuovo padre affettuoso.Ho già fatto una denuncia dai Carabinieri dove anche uno dei militari mi ha detto di trovarsi nella stessa situazione. Tra poco dovrà presentarmi alla sentenza di divorzio dove quella merda dimostrerà che sono un padre assente e che poco si interessa delle figlie.
    Il suo avvocato donna, ha architettato in dettaglio quanto io sia stato assente nei confronti delle figlie e quanto le figlie ora non mi vogliano vedere.
    Spesso "la merda" organizza feste, nella casa con piscina del compagno, in concumitanza delle mie visite bisettimanali, alle quali difficilmente le figlie rinuncierebbero e cosi devo rinunciare io.
    Il mio avvocato mi chiede 6000 euro per procedere con la causa di divorzio ed io dopo 4 anni ancora non sono riuscito ad uscire dai debiti.
    Che coraggio che hanno certe persone, ma anche gli avvocati che le difendono (come se non sapessero il male che possono fare).......la ruota non gira e la vita non punisce le persone che se lo meritano......spero di non cadere in depressione...che Dio mi aiuti!

    RispondiElimina
  70. Ciao “Anonimo”,
    forse ti sembrerà cinico, ma è vero: purtroppo il tuo caso è uno dei tantissimi!
    La tua situazione è vissuta quotidianamente da troppi uomini, ciò nonostante NULLA si fa per questa categoria martoriata nell’animo e nel corpo.
    Solo per questa malvagità la donna meriterebbe d’essere relegata a vivere miseramente e non certo con le ricchezze post divorzio o separazione.
    Gli avvocati … già, che brutte persone … dietro compenso sarebbero capaci di difendere perfino satana in persona!!!
    So che esistono diversi mezzi per COSTRINGERE la propria ex a rispettare i giorni destinati ai padri per stare con i propri figli … io li userei tutti, senza alcuna pietà!!!
    Ma non cadere in depressione, non vorrai certo dargli anche questa soddisfazione spero!
    Inoltre, credimi, forse oggi le tue piccole saranno anche facili da soggiogare con i mezzucci perfidi della tua ex … ma tu sei il loro papà e sempre lo sarai … specie quando da grandi si renderanno conto che … la loro madre, come tu affermi … è una gran “merda”.
    Tempo al tempo e vedrai che si mangerà le mani!
    Conosco una coppia dove lei s’è portata via due figli lasciando il marito nella cacca … dopo pochi anni è lei che è in depressione, perché farebbe di tutto per tornare da suo marito ma lui gli ha dato un bel calcio in culo (metaforicamente parlando) e l’ha rispedita da dove era venuta.
    Oggi lei è infelice, sola, depressa e misera, una fallita totale, una mamma da schifo, una moglie da vomito, una donna nella media … perché tanto le ex fanno tutte cagare, ed una persona che non vale manco una loffa di porco!
    Ed io ci godo!!!
    Ti auguro con tutto il cuore che le cose si sistemino presto, dico sul serio.
    Sam.

    RispondiElimina
  71. Grazie per l'appoggio morale, ma dimmi per cortesia, quali sarebbero i mezzi per costringere la propria ex a rispettare i giorni destinati ai padri per stare con i propri figli?

    RispondiElimina
  72. Ciao!
    Guarda ... io, ringraziando il Cielo, non ci sono capitato di persona, ma conosco chi ha avuto la freddezza, l'intelligenza e la forza ... oltre che il coraggio ... di andare a fondo alla questione senza nessuna remora!
    Niente violenza fisica o psicologica (ci abbasseremo al loro nefando livello altrimenti) ma solo l'ostinazione di veder rispettati i diritti che ogni padre ha!!!
    Queste luride mignotte che campeggiano come scarafaggi sui nostri scalpi non devono mai avere la soddisfazione di poterci accusare di altri reati, come violenza, stalking (se lo sono inventate loro ste sgualdrine!!!) etc. ma rivolgendoci a tutte quelle istituzioni che sanno far applicare la giustizia!
    Io sono il Direttore Generale di una associazione di volontariato e posso dirti per certo che spesso abbiamo voce più di quanto non si pensi!
    Purtroppo ... e questo mi rammarica molto ... non conosco nomi né indirizzi, ma so per certo che ci sono numerose associazioni che difendono i tuoi diritti ... gratis e con un'arroganza ed efficienza tanto disgustate da certe donne!
    Informati ... Internet potrebbe essere un ottimo spunto ... ma non darti per vinto!
    Io e Normy facciamo il tifo per te ... tienici aggiornati, te ne saremo grati!
    In bocca al lupo ... anzi, lì mandiamoci "lei" ... chissà se sentirsi "sbranata" non le dia un immagine realistica di cosa ti sta facendo!
    Ciao!!!
    Sammy!

    RispondiElimina
  73. ..........scusa Sammy...ma chi sarebbero queste associazioni fantastiche?...e tu di quale associazione sei presidente?.....perchè secondo me di associazioni come dici non ne vedo...anzi non credo nemmeno che esistano, ciao

    RispondiElimina
  74. Buongiorno Raven,
    ricordo che, proprio mentre ricercavo notizie per questo post, mi sono imbattuto in un sito: www.papàseparati.it, m'è sembrata un'associazione ben bilanciata, non di parte (come spesso accade tra le donne) e con l'obbiettivo sacrosanto di dare voce e diritti a chi questi sono stati negati.
    Dagli un'occhiata!
    La mia Associazione si occupa di volontariato negli Ospedali e per dare conforto alle persone che non hanno nessuno e sono sole.
    Inoltre, ritengo che anche un buon e serio Assistente Sociale può fare la voce grossa se serve.
    Auguri anche a te, non ti arrendere mai!
    Sam.

    RispondiElimina
  75. gli assistenti sociali+psicologi+ctu+ctp+avvocati+giudici sai a cosa servono?.........per riattivare il campo di Auschwitz
    e collaudare se l'impianto a gas funziona ancora....

    RispondiElimina
  76. ho dato un'occhiata a www.papàseparati.it e già lo avevo visto in passato e dopo mille peripezie mandai una mail a cui non ho mai avuto risposta.
    Non fanno nulla che serva realmente.
    Però senza alcuna peripezia gli si può dare il 5 x1000,è una standing ovation ogni pagina che sfogli nel sito

    RispondiElimina
  77. Ciao Raven,
    ... è ovvio, a questo punto, che tu ci sia già passato e che ne sia rimasto molto deluso.
    Credimi, mi dispiace molto!
    In merito al sito io però ho sentito pareri diversi dal tuo e che ne decantavano una buona professionalità ... chissà, saranno stati più fortunati ... anche se almeno una risposta potevano pur dartela.
    Il 5x1000 ... già, sai ... appena mi sono avvicinato al mondo del volontariato mi sono scontrato con realtà ben opposte al tanto blasonato titolo "No profit" ... ne ero così disgustato che quasi volevo arrendermi ... ma poi sono andato in fondo, ci siamo imposti, io e gli altri colleghi, di non diventare un ONLUS proprio per rimanere il più possibile trasparenti ed è così da almeno dieci anni!
    Non me ne sono mai pentito, neppure nei momenti più bui, economicamente parlando!
    Raven ... io però insisto che non devi arrenderti, devi lottare duro e conseguire il giusto risultato, facendolo nel modo pulito!
    Se sei un papà, come credo ... vedrai ... col tempo avrai la tua occasione per dimostrare che cosa hai dovuto subire ingiustamente!
    Lo so che queste chiacchiere ti serviranno a poco ... ma intendo starti vicino (per quel nulla che vale) perchè ritengo che questo genere di violenza sugli uomini sia la chiara dimostrazione di quanto le donne siano un vero cancro nell'odierna società ... non tutte è ovvio ... chissà perchè però ... di mariti distrutti ce ne sono sempre più!
    Coraggio Raven (se posso permettermi) non dargli alcuna soddisfazione e cammina a testa alta!
    Con affetto,
    Sammy.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. certo che ci sono passato e ci sto passando,a questo punto mi sono fatto la legge io..........ovvero me ne frego di tutto e tutti. ciao

      Elimina
  78. Ho provato la mediazione famigliare tramite psicologi dell'ASL e ne sono veramente soddisfatto....il mio avvocato per richiedere in tribunale le stesse cose mi chiedeva molti soldi. Io invece gratuitamente, mettendo comunque da parte l'orgoglio, ho chiesto alla ex moglie un incontro mediativo ed accettadolo come se fosse un grosso piacere irripetibile, ora è lei che ne è più contenta.Io subivo un'alienazione genitoriale da anni ed ora le cose sono nettamente cambiate.....

    RispondiElimina
  79. Ciao “Anonimo” …
    io desidero davvero ringraziarti per il tuo commento, dico sul serio.
    Ti sono grato perché chiunque viva la tua medesima situazione e che s’imbatterà su questo blog, potrà avere una dritta in più e quindi ritengo il tuo intervento prezioso, adatto e altruista.
    Grazie.
    Sammy.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per continuare quanto detto ieri sull'aiuto dei mediatori famigliari dell'ASL, consiglio dunque a tutte le persone che stanno soffrendo in questo momento per le dinamiche ormai conosciute da molti, e che si sentono indifese o impotenti di fronte a quanto sta loro capitando, di provare almeno a chiamare i consultori dell'ASL e chiedere loro aiuto.....qualcosa di buono ne uscirà....aspettare non serve e gli avvocati vivono solo se le liti continuano.....meditate , meditate

      Elimina
  80. io invece dalle mie esperienze posso solo dire mediatori famigliari psicologi sia da ASL che privati non portano a un bel nulla....per gli avvocati....bhè mi auguro che quel che guadagnano gli vada in medicine e ancor di più a che le leggi le fa.........

    RispondiElimina
  81. ci tengo a chiarire un attimo il perchè ce l'ho a morte con gli avvocati:quando 2 si sposano non è il loro giorno più bello,semplicemente dopo un periodo di convivenza per far finire il tutto entrano in ballo i legali,percui un matrimonio è un ottimo giorno per loro(probabili potenziali clienti da spennare con le loro balle), se poi arrivano figli ai 2 avvocati a far festa si aggiunge l'ex moglie con psicologi+mediatrici famiglia...ecc...ecc...ecc...insomma per gli uomini un sano consiglio, MA CHI TE LO FA FARE DI SPOSARTI SE POI FAI CONTENTI TUTTI STI VERMI E PAGHI SOLO TU?.......tanto se una donna si innamora di te....se vuoi farla restare innamorata...non sposarla mai......ah i figli...bhè quelli appena passano i 10\11 anni solo che gli dai l'euro se ne sbattono dei genitori,anzi se il papà e ormai un separato\divorziato....bhè l'importante è che paghi molto di alimenti......solo i mediatori famiglia ti raccontano la balla del rapporto papà\figli....

    RispondiElimina
  82. Ciao a tutti volevo dirvi che personalmente vivo una situazione assurda con mia moglie lei attraversa un forte esaurimento nervoso che non vuole ammettere mi usa violenza sia morale che fisica alla quale non rispondo per evitare di farle veramente male. Non so cosa fare vorrei andar via ma non ho il coraggio di lasciare mio figlio che adoro. Non so che fare .... ho parlato con i suoi ma non vogliono sentire ho paura che possa far male al bambino nei suoi asttacchi d'ira ed è molto brava a dissimulare e a crarsi verità inesistenti.

    Che fare????

    RispondiElimina
  83. Buongiorno Anonimo,
    caspita ... vivi proprio un brutto momento ... mi dispiace moltissimo, dico davvero.
    Ascolta ... io ti sono sincero e ti dico che non mi ritengo all'altezza di darti suggerimenti o consigli, che probabilmente avrai sentito già ... ad ogni modo, sono certo che tu sappia bene che il bene del bambino è la prima cosa; a mio avviso tu dovresti creare un precedente e magari informare le autorità, si lo so' che spesso le lungaggini che questo comporta sono piuttosto stressanti, ma ci sono molti assistenti sociali veramente determinati ed anche se poi si stabilirà che il bambino corre davvero dei rischi, devi essere pronto a prendere tutte le conseguenti decisioni.
    Ti auguro tutto il bene del mondo ... sul serio e, anche se non vale nulla, beh ... ti sono vicino.
    Dai un grosso bacione al tuo cucciolo.
    Sam.
    PS. Tienici informato sugli sviluppi, sono certo che tu non sia il solo in queste terribili condizioni e, chissà, magari il tuo percorso può essere d'aiuto a qualcun'altro.

    RispondiElimina