domenica 24 aprile 2011

Donne al volante ...


… pericolo costante.

Così recita un adagio popolare in merito alla tendenza innata nelle donne a non saper usare un mezzo su ruote o a motore.

Non importa se il carrello della spesa, il passeggino, il TIR, l’auto o l’Apetta 50; le donne non posseggono affatto alcuna abilità alla guida!

Questo è un luogo comune, un’opinione generale e come molte di esse, ha un fondo di verità.

Ma partiamo dall’inizio, ripercorrendo la storia dagli albori della civiltà umana.
L’uomo e la donna entrano in scena sul pianeta terra. La donna manda all’aria i piani del Creatore al primo giorno di vita e l’uomo ne paga le conseguenze. Ricordate? Avrebbe dovuto coltivare la terra con le proprie mani in mezzo a rovi, spine etc.

La prima coppia costruì una piccola capanna proprio fuori il giardino dell’Eden, sopra una collinetta, e arare quel terreno era più faticoso che mai! Cosi “l’uomo” inventò la ruota! Andò di corsa da sua moglie per condividere il magico ausilio e lei, fredda come le lame di Freddy Krueger in Nightmare, da’ una spinta alla ruota facendola rotolare giù dalla collina dritta dritta sulla loro nuova capanna! Da lì in poi, l’uomo capì che donne e ruote devono stare lontane!
La civiltà avanza e si palesa la necessità di creare un mezzo di trasporto. C’erano i cavalli, ma siccome le donne vi si sedevano sopra come su un divano ed a farle salire ci doveva pensare sempre l’uomo, con ernie che schizzavano da tutti i lati, i cavalli rimasero importanti per il trasporto di persone, mezzi e materiale, ma non certo per le donne.
E l’uomo inventò la carrozza. Per un po’ andò più che bene, ma poi … innanzi alle lamentele della donna in merito all’insopportabile odore proveniente dalle natiche dei cavalli, l’uomo si mise giù ad inventare la bicicletta.
Dapprima a due ruote, ma dopo aver visto la sua compagna intenta a frenare con le nocche, ha inventato la “draisina” ma con una ruota in più … un triciclo va’. Un mezzo, guarda un po’, che i nostri piccoli maschi, sanno guidare ancor prima di saper camminare!
Ma anche qui la donna ha trovato una scusa per “invitare” l’uomo ad escogitare un nuovo e più comodo mezzo di trasporto.
Creò la motocicletta! Devo ammettere che in questo caso l’uomo è stato un tanti nello tardo, perché … si, insomma, lei non sapeva stare in equilibrio su una bici figurati su una bici a motore.
Anche qui, infatti, ecco sopraggiungere l’atrocità con cui una donna si appresta ad usare un veicolo.
Ci metteva venti minuti per salire sulla moto, con tanto di cavalletto. Doveva aggiustare la gonna, guardarsi allo specchietto, mimare posture maschili ed infine, con il cavalletto ancora su, spalancare il gas catapultandosi all’indietro e sbattendo ferocemente la nuca sulla fredda strada!
“Non ce n’è!” esclamò l’uomo, e così, costretto di nuovo ad un’altra intuizione, tirò fuori dal cilindro niente di meno che il Sidecar. Una moto, guidata da un uomo, ma che accanto aveva una sorta di bara (preludio forse di ciò che sarebbe accaduto di lì a poco), dove LEI potesse comodamente sedersi SENZA TOCCARE NIENTE! Ma non tutte le ciambelle riescono col buco, ed ecco a voi la passeggera poggiare avambraccio e mano sinistra sulla marmitta incandescente, lanciando un urlo terrificante e facendo sbandare la nuova invenzione su un chiosco di angurie!
Sembrava proprio di essere in un vicolo cieco ed all’uomo balenò un pensiero in testa: “… sta a vedere che è un segno dal cielo per farmi capire che lei non deve muoversi di casa!”
Scartò il pensiero … peccato!

Arriviamo così all’automobile.

Ma in questo caso, almeno allora, guidarla era prerogativa maschile. Non era una questione di discriminazione, ma di sicurezza Nazionale!
Ma poi, i tempi cambiano, e le case automobilistiche capirono subito che se avessero costruito un auto più piccolina, quindi più facile da parcheggiare, meno complicata, quindi con motori semplicissimi, e più “carina”, avrebbero potuto destinarla anche ad un pubblico femminile che intanto si stava via via emancipando sempre di più!
Quindi in Italia, in una ipotetica famiglia medio borghese, c’era il papà che guidava la “Mirafiori” (per chi non la ricorda, era una macchina molto grande, spaziosa, potente e superaccessoriata della FIAT) e la mamma con la 126!
Ci sarà stata una dannata ragione???

Oggi viviamo nella piena evoluzione di questo ultimo ritrovato pensato e creato dall’uomo per la donna. Chissà se in fondo, tutto questo complesso e faticoso lavoro per regalare alla donna un mezzo idoneo ai suoi spostamenti, non sia stato motivato dall’innato desiderio di vederla andare via lontano per sempre!!! Mah!
Ed eccoci quindi arrivati ai nostri giorni, dove abbiamo piccole auto capaci di parcheggiarsi da sole. Già … il parcheggio, questo sconosciuto!
Se vedete un auto che occupa tre posti, potete scommetterci che è di una donna.

Proprio ieri al supermercato arrivai con la mia auto nel parcheggio e con stupore vidi che c’erano molti posti liberi. Pensavo fosse iper-affollato considerato il giorno prefestivo, ma vista l’ora …
Arriva la solita donna al volante della sua modernissima scatoletta di latta … ma tanto figa, che parcheggia in doppia fila, nonostante i molti posti liberi. Ed io, bastardo che non sono altro, le ho detto: “… va bene che è una donna, ma lo faccia almeno per farci credere che sapete guidare!” Non immaginate nemmeno quante me ne ha dette! E’ stata un’esperienza … come dire … rivitalizzante!

Che poi, potrebbe anche essere che le donne sappiano posteggiare un auto correttamente e dentro le strisce delineate, ma NON LO FANNO MAI!!!!!!!!!
Non ci sono scuse.

Le donne non hanno una visione corretta del traffico, dell’attività motoria, delle regole che ci permettono di circolare in sicurezza e di null’altro in materia di locomozione.

Il rapporto tra la donna e la sua auto è molto diverso da quello di un uomo e la SUA auto.
La donna lava la macchina solo se deve andare a un matrimonio … o meglio, se la fa’ lavare!
I “livelli” per una donna sono aramaico antico. Se non ci fossero i benzinai sarebbero capaci di mettere il gasolio alla loro auto a benzina! Aprono gli sportelli con una foga spaventosa, manco fossero rimaste imprigionate all’interno. Cambiano l’olio all’auto solo quando accendendola vedono trucioli di metallo venir fuori dal cofano.

Insomma … adesso non venite a dirmi che voi siete tutte delle “pilotesse” nate.
Quando guidate, voi donne fate mille altre cose. Vi pettinate, vi rifate il trucco, TELEFONATE, bevete l’acqua che elimina l’acqua, e tanto altro.
Voi donne siete distratte, matte, girovagate nei parcheggi come proiettili impazziti pur sapendo che si deve procedere a passo d’uomo … già! A passo “d’UOMO”! Non di donna, per carità, sai che disastri!

E i carrelli della spesa???
Ma che diavolo vi costa accostarli da una parte? Perché li lasciate sistematicamente in mezzo alla corsia e di lato per giunta???
Quando sono in un parcheggio e vedo una donna che cerca un posto mi si raggela il sangue. Percorrono decine di metri guardando solo da un lato della strada. Dall’altra parte potrebbero arrivare dodici mandrie di elefanti indiani e loro non se ne accorgerebbero nemmeno!

Molte di voi adesso, a sostegno della vostra tesi secondo cui siete molto abili alla guida, sfodererete di sicuro la solita menata che vi vede patentate da 20 anni ma non avete mai fatto un incidente … già, perché sono stati abili gli uomini a schivarvi … sennò!

Dai … ammettetelo, anche se non è il vostro caso, tendenzialmente la donna alla guida di un mezzo è pericolosissima. Lo dicono le statistiche, ci sono ricerche che hanno fatto storia e sulle quali si poggiano le compagnie assicurative di tutto il mondo, ci sono i dati ed un intero mercato globale che tacitamente assegna alla donna l’etichetta di imbranata totale alla guida! Internet è piena di video che attestano la totale incapacità femminile al volante. Alcuni video sono divertenti, altri sono spaventosi, ma tutti sono una chiara esposizione di quanto la donna GENERALMENTE sia demente quando guida.

Ma oggi è Pasqua, lo shopping e i rifornimenti si sono svolti ieri e la febbre dell’acquisto è già passata.
Pertanto, agnello in forno, lasciato marinare da ieri sera, asparagi selvatici pronti per condire tagliatelle fatte a mano, torta al formaggio con lonza/capocollo del mio caro vicino, vino e limoncello by Normy, vi faccio i miei più sinceri e sorridenti auguri a tutti.

Alle donne no!

Scherzo!

36 commenti:

  1. Ciao Sam.Confermo ogni singola parola!
    Sono un "addetto ai lavori", sono guardiano di un parcheggio molto grande di una clinica privata (anche oggi di turno)! Dopo ben 11 anni dietro alle videocamere di sorveglianza del parcheggio non ho alcun dubbio, le donne non sanno o non vogliono guidare bene!
    Per citare un famoso film: "ho visto cose che voi umani....."!
    Le donne accampano un sacco di scuse su questo tema, ma i fatti parlano chiaro e al di la' dei opinioni popolari, solo chi fa un lavoro come il mio può capire quanto è vero.
    Hanno un limite vistosissimo quando sono dietro al volante.
    Angelo da Bologna

    RispondiElimina
  2. Perito assicurativo!
    Donne al volante?
    Verdetto: COLPEVOLI SENZA ATTENUANTI!
    Jonathan

    RispondiElimina
  3. AH AH AH!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Provateci voi a sbolognare le mille faccende che abbiamo noi donne durante la giornata poi vediamo se avete ancora voglia di lucidare le vostre belle macchinine e posizionarle perfettamente fra le strisce!
    Fate ridere!
    Mara

    RispondiElimina
  4. Ciao Angelo!
    Buona "pasquetta" a te!
    Se ti va, approfondisci con qualche lampante esempio ... che io ... ci godo!
    Grazie di cuore.
    Buon lavoro.

    RispondiElimina
  5. Bellissima Jonathan, grazie!

    RispondiElimina
  6. Ciao Mara.
    La tua è una patetica quanto frivola scusa.
    Nulla vi dà il diritto di disattendere alle più basilari regole del traffico!
    Se la tua giornata è stracolma di impegni, organizzati meglio, non che prendi tre posti perchè tu HAI FRETTA! E chi se ne frega???!
    Inoltre, i due posti che occupi, potrebbero anche essere destinati ad altre donne oberate come te e che "grazie" a te devono perdere preziosi minuti per cercare un posto libero.
    NON CI SONO SCUSE! Siete indisciplinate, distratte e anche presuntuose!
    Buona pasquetta anche a te, ma se fai una gita fuori porta, lascia guidare un uomo ... sarà meglio!

    RispondiElimina
  7. Non sono d'accordo Mara.
    E' un po come dire che andavi a 100 all'ora su una stradina dove il limite è 40 e che nessuno si lamenti perchè io ciò i figli da portare a calcio.
    Le regole vanno rispettate sempre e comunque.
    Anch'io sono una donna impegnatissima con due figli, un marito e mia suocera a casa allettata, ma in doppia fila la macchina non ce la metto mai.
    Lo vedo anch'io che noi donne siamo troppo distratte, non si può negare dai!
    Questa volta Sam mi trovi d'accordo in pieno.
    E poi l'articolo era veramente esilarante!
    Eva che distrugge la capanna .....ma dove le vai a prendere 'ste cose??
    Complimenti Sam.
    Lory

    RispondiElimina
  8. Ciao a tutti, sono Angela, un vigile (vigilessa per alcuni) di Torino.
    Anche questa volta il mio amato Sam ha ragion da vendere.
    Nove vetture passibili di multa su dieci sono guidate da donne!
    Poi ci sono i "fighetti" straricchi con il SUV che la mettono pure sulle aiuole, ma i dati danno ragione alla teoria che le donne siano indisciplinate al volante.
    Temo non si tratti di saper o no guidare un mezzo di trasporto, ritengo invece si tratta esclusivamente di pigrizia, egoismo e inciviltà!
    Sam ...non ho dubbi, sei fantastico.
    "I livelli per una donna sono aramaico antico??" Mi fai morire dal ridere Sam.
    Oggi gita fuori porta con Norm? Non portatevi il limoncello se dovete guidare!! Ops, scusa ..sai è deformazione professionale!
    Con tanta simpatia, baci ..Angela

    RispondiElimina
  9. UN VIGILE DONNA???
    Ciao Angela, vedo che oggi, a dispetto delle previsioni, siete tutti già svegli e pimpanti!
    No, oggi nessuna gita fuori porta ... a dirla tutta, di andare in un parco affollatissimo di mocciosi urlanti, mamme impiccione, padri con panzone in vista e birra alla mano e improbabili barbeque, proprio non ne ho alcuna voglia. E poi io vivo "fuori porta", per cui con il buon caro vecchio Norm e se scappa un po di sole in più, mangeremo tutti in giardino.
    Ma ... Angela, devo sottoporti una questione.
    Noi maschietti, quando vediamo un vigile donna, ci facciamo il segno della croce e sgraniamo un paio di rosari al volo, oltre che le solite sgarbate toccatine. Il nostro pensiero collettivo e che una donna con la divisa è sempre molto severa e non concede spazio alla concessione.
    Quanto c'è di vero in questo?
    Spero tu trova voglia e tempo di svelarci questo arcano.
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  10. Sam vedi.. il cosiddetto "effetto divisa" è presente sia tra gli uomini che tra le donne.
    Di colleghi o colleghe dal polso fermo ne conosco in modo equo.
    Ma un fondo di verità pur c'è.
    Non è il mio caso.
    Allora buon pranzo a tutti.
    Bacioni
    Angela

    RispondiElimina
  11. Non so' quanto c'è di vero nei vostri commenti. Io non mi vedo in tale categoria, ci state dipingendo come delle svaporate inette e stupide, ma non è affatto così.
    Pazienza.
    Manuela

    RispondiElimina
  12. La stragrande maggioranza delle donne che arrivano alla sbarra hanno il telefonino in mano. Nessuna sa a cosa servono le strisce. Le loro portiere sono sempre ammaccate. Le loro auto sono sporchissime e dentro c'è l'inferno!
    Qualcos'altro?
    Angelo

    RispondiElimina
  13. Ecco un'altro lampante esempio di ignoranza e di generalizzazione!
    Grazie

    RispondiElimina
  14. Perchè molte di voi reagiscono così male quando qualcuno, ironicamente e simpaticamente, sottolinea TENDENZE e MANIE femminili? Perchè quando si dice che GENERALMENTE è così voi lo recepite: SIETE TUTTE COSI? Io davvero non capisco. I bambini giocano con le automobiline e le bambine con le bambole. Sono aspetti comportamentali che tracciano delle linee ben definite che servono a differenziare l'uomo dalla donna, ed esse, NON stabiliscono che l'uno sia meglio dell'altra!
    Noi uomini TENDENZIALMENTE siamo più portati alla guida di un auto, alla sua manutenzione e funzionamento. Voi donne TENDENZIALMENTE no! Tutto qui!
    Andiamo! Sareste in grado di far Milano-Napoli in terza! Quando fate per immettervi in una strada guardate SEMPRE il lato opposto a quello giusto. I semafori per voi sono una pausa per rifarvi il trucco. Se siete insieme alle vostre amiche a chiacchierare in macchina mentre guidate sarebbe più sicuro andare nell'auto guidata da Ray Charles! Scendete in garage e date un'occhiata al sudicio e all'incuria a cui sottoponete le vostre auto. Quando percorrete una rotonda, dopo la prima uscita a destra vi gira la testa e continuate a girare come intrappolate in un mondo parallelo.
    Nei parcheggi dove si deve ritirare la cedolina, vi fermate SEMPRE troppo distanti dalla feritoia e per raggiungerla prima vi sporgete come giraffe ubriace e incazzate e poi scendete dall'auto. In autostrada, al casello, per pagare il pedaggio ... stessa cosa!
    Per carità, è ovvio che esagero, ma qui non c'è ignoranza, ne frivola generalizzazione e nessuno s'è permesso di darvi delle stupide!
    Si scherza sulla TENDENZA femminile ad essere indisciplinata nei parcheggi e distratta nelle manovre.
    Inoltre, io (mi sembrava evidente) ironizzavo come al solito, ma qui ci sono commenti di persone che vivono la loro giornata lavorativa nel traffico cittadino ed il loro parere è sacrosanto. Non vi pare?
    Comunque ... buona giornata a tutti e datevi na calmata!

    RispondiElimina
  15. Certamente! Verissimo Sam! E' come mettere un ferro da stiro in mano a un uomo, prima o poi, qualcosa finisce carbonizzata! Solo che i maschi ci ridono sopra e non si offendono, noi donne invece abbiamo sempre la cosa di paglia e ce la prendiamo anche per un divertentissimo blog come questo.
    Quanto hai ragione Sam, quanto ha ragione!!
    Chiara

    RispondiElimina
  16. Sam, una rappresentazione così divertente non la avevo mai sentita. Davvero, simpaticissimo!
    Complimenti Sam.
    Annalia

    RispondiElimina
  17. Sono sposato da ben 19 anni,mia moglie ha straziato ben cinque macchine tutte per la stessa ragione, gli strattoni!
    Li chiamate così anche voi?
    Come puoi aver sorvolato su questa indelicata e certa mancanza di sensibilità femminile Sam??
    Tutte le macchine che lei ha guidato si sono distrutte per lo stesso motivo, la totale insensibilità sul pedale della frizione. Cazzo, è capace di camminare coi tacchi da dodici cm e non riesce a staccare la frizione con dolcezza. Poi quando riparte in salita fa almeno 4 metri di discesa in retro causando disastri! Il motore a ventimila giri e la macchina nn se move!!
    SAM GUIDA DA 15 ANIII!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!CHE CI VUOLE PER FARGLIELO CAPIRE.
    Fausto

    RispondiElimina
  18. Sono molto divertita dal post, ma mi vedo costretta a dissentire; in realtà io guido benissimo, amo guidare e mi prendo cura della mia auto. Mio marito invece, quando è in macchina non fa che imprecare, guida nevroticamente e della sua auto non gli importa niente.
    Se generalmente le donne non siano portate alla guida non lo so'. Io non ci ho ancora fatto caso.
    Ma ripeto, post molto divertente.
    Betty

    RispondiElimina
  19. Ho appena finito di sbollire la rabbia per un idiota prepotente che quasi mi è venuto addosso col suo super macchinone da ricco sfondato, rientro in ufficio col naso che mi fuma ancora e adesso, pausa caffè, leggo il tuo articolo! Se non altro tu ci scherzi, perchè sennò me la prenderei anche con te!
    Lasciamo perdere va, sono troppo ink!!!!!!!!!!!
    Maria

    RispondiElimina
  20. Ciao Fausto,
    quanto ti capisco caro mio.
    Ho conosciuto una donna (la peggiore conoscenza che potessi fare nella mia vita) che dava degli strappi al motore che la sua macchina piangeva! Dal motore uscivano lacrime di sangue e per un po' si pensò al miracolo!
    Questa inetta era capace di spezzare anche la "trasmissione" radio.
    Era così scema che avrebbe dato strappi anche ad un auto con cambio automatico o monomarcia!
    Hai voglia suo marito a strillare e pagare il meccanico, non ha mai capito nè mai capirà!
    Spero solo che le si impunti l'auto in mezzo al deserto, così magari ci pensa un attimo!
    Meglio prenderla con simpatia, far spallucce e togliergli il diritto di guidare!
    Proprio come tu stesso hai detto: un vero STRAZIO!
    Ciao caro.

    RispondiElimina
  21. Ciao Betty, buon per te.
    Peccato che tuo marito si innervosisca così tanto al volante.
    Buona giornata.

    RispondiElimina
  22. Maria se ti "ink..." fai doppia fatica.
    Lascia perdere, ma poi, a sangue freddo, prendi un chiodo del 6 e disegnagli la divina commedia sul cofano della sua imponente auto da ricco sfondato. Ok?
    Scherzo naturalmente!
    Comunque è vero, se le donne sono incapaci di parcheggiare correttamente, gli uomini sono dei pazzi presuntuosi e pericolosissimi.
    Se possedessi un mitra centrerei tutti quelli che in autostrada vanno a 2000 all'ora e ti lampeggiano dietro!
    Non prendertela dai, e non prendere neppure il caffè, forse urge una camomilla ... vero?
    Buon lavoro!

    RispondiElimina
  23. Sam,
    non ne sono certissima ma mi sembra proprio che invece negli ultimi tempi le societa' di assicurazione dichiarino una controtendenza.... le donne al volante sono piu' sicure degli uomini. Ripeto non ne ho certezza ma mi pare che sia proprio cosi'....e non credo sia solo xche' gli uomini son diventati piu' bravi a schivare certi pericoli pubblici....
    Devo concordare con te, senza falsa modestia guido bene e parcheggio ancora meglio, ma imbranate sulla mia strada ne incontro molte.... Ultimamente poi hanno preso il viziaccio degli uomini di acquistare auto di grossissime dimensioni.... in un film divertente di qualche anno fa il protagonista diceva di un suo rivale col "macchinone", che gli uomini acquistano grosse auto per compensare "la pochezza dei loro genitali"..... le donne che c'avranno da compensa' ??............ no Sam, no, questo e' troppo offensivo dai......
    Con immutata simpatia
    Stella stellina

    RispondiElimina
  24. Ciao "Stella Stellina",
    quel che dici in merito alle compagnie assicurative è vero, ma bisogna capirne le ragioni.
    Le donne assicurate, sono ritenute meno pericolose degli uomini per due ragioni.
    1°, lo stile di guida di una donna è "solitamente" cittadino ed in quanto tale i sinistri più frequenti sono meno seri rispetto ad una tipica guida maschile che è, per lo più, concentrata in tragitti extra cittadini. Una cosa è far aggiustare un paraurti e un'altra è intervenire per pagare danni causati da folli incidenti autostradali. Questa non è una mia ipotesi ma il risultato di ricerche approfondite che addirittura hanno spinto molte compagnie ad applicare sconti alle donne. Hai presente quando fai un preventivo per assicurare l'auto e ti chiedono quanti km mediamente percorri in un anno?
    2°, pali della luce, cassonetti, muretti, marciapiedi, fioriere, siepi e quant'altro ... non sporgono denuncia! (questa è una mia opinione)
    Ma, e non dirlo a nessuno, detta tra me e te, in gran segreto ... io preferisco di gran lunga un buffetto sullo sportello della mia auto nuova procurato dalla solita distratta donna iper-indaffarata che stragi vere e proprie di uomini STUPIDI e BASTARDI che ritengono il limite di velocità qualcosa di superfluo e che sfrecciano in autostrada credendo di essere a Maranello! Altro che punti tolti dalla patente ... io gli farei tante di quelle cicatrici in faccia e li sbatterei in galera a vita!!! E qui, non scherzo affatto!
    Grazie ancora per il tuo simpaticissimo commento.
    A presto!
    Ti saluta Norm!
    Ha litigato con Vera e si sente triste.
    Poveraccio!

    RispondiElimina
  25. Saaaam,
    i pali della luce che non sporgono denuncia m'ha fatto morire............
    Norm, non preoccuparti x Vera, vedrai che le passa...... purtroppo !!!! Un abbraccio....
    Stella stellina

    RispondiElimina
  26. Non vorrei turbare i vostri "equilibri", ma mi ostino a non credere che si possa ancora scherzare su questa odiosa mania maschile e maschilista di ritenerci inadatte a cose che loro, e nessun altro, reputano di loro appartenenza.
    Io guido benissimo e tengo la mia auto in ottimo stato, perchè sono una donna e perchè l'ho pagata con il mio duro e onesto lavoro da donna.
    Mi delude molto ciò che leggo.
    Annarita

    RispondiElimina
  27. Annarita ... che tormento leggere della tua immotivata delusione! Non so' se a quasi un anno dal mio esordio non si sia perfettamente capito il senso del blog.
    Ma non posso certo stare in continuazione a chiarire.
    Peccato per te.
    Ps. se tu guidi bene e tieni alla tua auto non lo devi al fatto d'esser nata donna, credimi, indipendentemente dal sesso, noi siamo o non siamo bravi guidatori!
    Un piccolo suggerimento a titolo gratuito: scendi dal piedistallo, essere donne non significa essere migliori a prescindere.
    Ciao

    RispondiElimina
  28. X ANNARITA
    Scusami, sono donna e ritengo di guidare e parcheggiare meglio di tanti uomini, sono pero' x esempio da sempre distratta x cio' che riguarda la manutenzione dell'auto..... Adesso pero' vorrei invitarti a scorrere mentalmente l'elenco delle persone che conosci e a contare quelle che ritieni guidino bene quanto te o meglio....... Dividendole x sesso anagrafico, quale categoria supera l'altra e di quanto?
    .... Xche' le donne ritengono SEMPRE di essere attaccate ingiustamente? Non sara' mica una leggenda metropolitana che le donne non sappiano guidare benissimo?? E' chiaro che in questa situazione si deve per forza parlare generalizzando..... Cosi' come mi sentirei di dire senza pericolo di smentita, sempre generalizzando, che le donne stirano meglio degli uomini.......
    Questo blog e' da sempre "votato" ad "attaccare" intelligentemente, ironicamente, sapientemente, giocosamente manie e difetti femminili. Le donne che qui fanno intelligentemente ed ironicamente "mea culpa" x alcune cose,sono le stesse che poi si ritengono piu' adatte degli uomini a farne altre...... Credo che Sam, (a ben guardare!!!)sia il primo estimatore delle donne, ne tralascia una parte, ma e' sinceramente una scelta che condivido appieno.....
    Buona serata
    Stella stellina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. parole sante,il commento sopra racchiude molto bene l'ironia di tanta verità

      Elimina
  29. Sam .......lascia scorrere!
    Pia

    RispondiElimina
  30. Annarita!!!!!!!
    Oddio come sei acida!
    E fattela una risata ogni tanto che sennò ti vengono le rughe!
    Mamma mia!!!!!
    Edoardo

    RispondiElimina
  31. Sam, che posso dire??
    Io sono una frana senza speranza e quando guido sono sempre nel panico.
    E anche tra le mie amiche non va meglio.
    Ma posseggo un senso dell'orientamento sbalorditivo!
    Ciao a tutti, Valeria

    RispondiElimina
  32. Eppure io tutto 'sto casino delle donne al volante non lo vedo e vivo anche in una grande città!
    Soliti luoghi comuni!
    Martina

    RispondiElimina
  33. è tutto vero io nn sono grande e nn guido ma so solo che mio padre guida meglio di mia madre !!!!!!!

    RispondiElimina
  34. "Anonima",
    non pubblico il tuo commento perchè lo trovo volgare e di una stupidità tipica femminile, della serie: io sono brava a guidare quindi tutte le donne lo sono.
    Articola meglio che 'stai fuori come un geranio!
    Sam.
    PS. Voi donne ce ne mettete a capire l'ironia, e poi vi risentite se io vi do' delle dementi!
    Mah!

    RispondiElimina
  35. Ahahahahhahahahahahahahaahah
    Sei un fenomeno

    RispondiElimina